fbpx

El Hierro, La Gomera, La Palma: le isole minori delle Canarie

Dillo ai tuoi amici. Condividi ora!

El Hierro, La Gomera, La Palma: tre isole che non ti aspetti alle Canarie

Cos’hanno di così eccezionale queste isole? Perché se stai pensando di viaggiare in una destinazione remota dovresti pensare proprio a loro?

Ti porteremo alla scoperta di queste terre tutto sommato vicine, ma così remote, dove sono rimasti intatti usi e costumi locali, dove la mano pesante dell’uomo non è intervenuta e sono presenti specie vegetali dell’epoca dei dinosauri.

Conoscerai tutto quello che c’è da sapere su questi luoghi fuori dal turismo di massa e forse proprio per questo motivo, così accattivanti.

El Hierro, La Gomera, La Palma
La Gomera, Parque National de Garajonai

El Hierro, La Palma, La Gomera: per quale motivo sono chiamate ‘isole minori’

Queste tre isole, insieme, superano di poco l’estensione di 1300 km quadrati e complessivamente contano circa 140.000 abitanti (se pensiamo ne contano rispettivamente: La Palma 110.000, El Hierro 10.000 e La Gomera 33.000).

Per questo motivo sono impropriamente chiamate ‘minori’ e non per le attrazioni o la bellezza del loro territorio.

Piuttosto è il contrario: in proporzione alla superficie , queste tre isole presentano numerose attrazioni da visitare.

(Se ti interessano le isole ‘maggiori’ potresti leggere questi articoli su Gran Canaria, Tenerife, Lanzarote e Fuerteventura

Quali attrazioni è possibile visitare?

Le principali attrazioni che troverai su queste isole sono di tipo naturalistico: se ami questo scenario è la destinazione che può fare al caso tuo, a sole 5 ore di volo.

Mantengono gli stessi caratteri unici, propri degli angoli più remoti del mondo.

Il paesaggio, come già detto, non ha subito profondi cambiamenti dovuti alla presenza umana e questo è stato un bene.

La natura illibata, offre un panorama a perdita d’occhio verso vette, colline e valli che si alternano in un susseguirsi frenetico con l’oceano Atlantico a fare da sfondo.

Attraversando queste isole potrai avventurarti alla scoperta di antichi crateri vulcanici, dove la natura rigogliosa e verdeggiante ha preso il sopravvento: è facile imbattersi in specie vegetali che crescono solo in questi luoghi protetti.

Per questo motivo, qui potrai trovare ben 2 dei 4 parchi nazionali Spagnoli presenti alle Canarie (pensa che tutta la Spagna ne conta 12 – questo ti lascia facilmente immaginare quale sia la proporzione della ricchezza naturalistica locale rispetto alla dimensione).

La mano dell’uomo è intervenuta soltanto per enfatizzare le ricchezze naturalistiche presenti, come ad esempio per le opere architettoniche del Mirador de la Peña a El Hierro o il Mirador Cesar Manrique a La Gomera, punti di osservazione che si trovano su queste due isole, o per l’osservatorio astronomico che si trova a La Palma, che ti permetteranno di assaporare la maestosità della natura.

El Hierro, La Gomera, La Palma
Le strade di El Hierro, adatte per gli sport su strada

Attività praticabili a El Hierro, La Palma, La Gomera

L’attività principale praticabile è data dall’esplorazione, un modo per vivere a pieno lo spirito delle isole, perlustrandole in lungo e in largo.

Quello che consiglio, oltre che visitare i maggiori punti turistici delle isole, è dedicarsi alle attività sportive come ad esempio il trekking o la mountain bike attraverso gli oltre 1600 km di sentieri, ma anche dedicarsi al running e alla bici su strada attraverso le arterie che collegano i vari paesi.

Ma non è tutto: potrai anche cimentarti nelle immersioni ad El Hierro, che vanta ben 46 siti per la pratica del diving.

E’ possibile inoltre visitare i borghi che costellano questi luoghi dove il tempo sembra essersi fermato in un’epoca passata.

El Hierro, La Gomera, La Palma
L’osservatorio astronomico di La Palma

Come arrivare?

E’ possibile arrivare su queste isole facendo volo con scalo su Tenerife o Gran Canaria, gli unici aeroporti Canari che collegano queste isole al vecchio contintente, fatta eccezione per La Palma che offre collegamenti anche con Madrid.

I voli interni hanno una durata di circa mezz’ora e prezzi variabili a partire da circa 50 euro in su.

Se quindi desideri fare un tour di queste isole, e vuoi spostarti con il volo interno, dovresti ogni volta fare uno scalo.

Un’alternativa potrebbe essere usare i traghetti dato che non impiegano tanto tempo e se hai l’auto al seguito, possono essere piuttosto comodi proprio per questo motivo.

In questo modo non dovrai fare nessuno scalo aereo.

Possibilità di vacanza: come creare il migliore pacchetto?

Il migliore suggerimento che posso darti è di non limitarti ad una sola isola quando penserai di andare, ma di visitarne almeno due.

Considera che proprio per le dimensioni, tre o quattro giorni ad isola sono più che sufficienti per girarla. Una settimana puoi farne anche due, mentre per visitarle tutte e tre serviranno almeno 10 giorni.

Se invece ti accontenti di visitarne anche una sola, potresti abbinarla ad una delle maggiori, solitamente Tenerife o Gran Canaria, le più comode per i collegamenti.

Anche in questo caso potresti pensare di riservare al tuo viaggio dai 7 ai 10 giorni.

La cosa importante è comunque valutare attentamente tutti gli spostamenti interni pensando al giusto timing necessario per muoversi.

Scopri le offerte viaggio su www.iviaggidigolia.com

Vuoi costruire la tua vacanza personalizzata? Compila il form e riceverai la nostra consulenza gratuita