fbpx

Gran Canaria: il continente in miniatura

Gran Canaria: il continente in miniatura. Perché?

Vuoi vivere il piacere di visitare le isole Canarie, godere del loro clima e del loro territorio, senza sentire la nostalgia del Vecchio Continente?

Cioè mi spiego: tu ti trovi su di un’isola in mezzo all’oceano Atlantico, Gran Canaria, tra gli squali, le balene e i mostri marini, ma non hai la percezione di essere così lontano dalla Giralda di Granada o dalla Castiglia o da Aragona…

Avrai la percezione di essere ancora sulla terraferma, ovvero nel continente.

Le città di questa isola, con la loro architettura ed urbanistica, il paesaggio in cui si alternano colline, valli e montagne, le tinte multicolori che dipingono il territorio come una preziosa opera d’arte, offrono al visitatore l’impressione di non aver mai lasciato il territorio spagnolo. O meglio il continente.

Passeggi attraverso i borghi di Gran Canaria e passo dopo passo, lungo i vicoli ‘ciottolosi’ che si intrecciano tra loro, avverti la percezione di trovarti in una cittadina in perfetto stile coloniale del 1600.

Scopri insieme a noi questa isola (la principale insieme a Tenerife) delle isole Canarie.

Gran Canaria: il continente in miniatura
Le dune di Maspalomas

Gran Canaria, il continente in miniatura: dalle origini ad oggi

L’isola è stata abitata fin dal 3000 a.C. dal popolo dei Guanci e da questi nominata Tamaran. Nel XV secolo diventa territorio spagnolo, poiché punto strategico nelle rotte verso le Americhe.

L’isola, ha una forma circolare dal diametro di 50 km, una superficie di circa 1500 km quadrati ed una popolazione superiore ad un milione e duecentomila abitanti.

Questo può farti capire che sia densamente popolata anche rispetto ad altre isole come Fuerteventura.

Sicuramente un’isola come Gran Canaria offrirà tanti servizi ai propri visitatori e per questo motivo sarà possibile trascorrere una vacanza che spazi dal relax al divertimento, dalla natura alla cultura.

Gran Canaria è anche la meta preferita da chi decide di andare a trascorrere la Terza Età in assoluta tranquillità, complice un regime fiscale ‘invitante ed accogliente’ ed un clima oltremodo celebre per la sua dolcezza (la famosa ‘Eterna Primavera‘ delle Canarie).

Gran Canaria: il continente in miniatura
Architettura coloniale a Gran Canaria

Gran Canaria: il continente in miniatura. Un clima variegato

L’altro motivo per cui Gran Canaria si è meritata l’appellativo di continente in miniatura è dovuto anche al suo clima che assume connotati diversi a seconda delle zone dell’isola.

Le temperature medie vanno dai 26/27 gradi di estate ai circa 20 in inverno: il sud si scosta da questa media di circa 4/5 gradi, più caldo, mentre il nord è più tiepido.

Questa differenza tra nord e sud è dovuta ai venti alisei e alle montagne che fanno da barriera per i territori esposti a meridione.

Tali venti, soffiando, sospingono le masse nuvolose che trovano nei massicci interni un ostacolo e per tale motivo è facile trovare una maggiore concentrazione di nubi.

Se ti trovi a Gran Canaria per godere quindi del suo gustoso caldo ti consiglio di passare le tue giornate nella zona sud, possibilmente vicino alla costa dato che all’interno le temperature si abbassano di qualche grado.

Per quanto riguarda le precipitazioni, tranquillo, poca roba…

Gran Canaria: il continente in miniatura
I balconi di Vegueta

Gran Canaria: cosa vedere

Benché i punti di maggior interesse siano meno noti rispetto a quanto potrebbe avvenire su altre isole (magari avrai sentito solo parlare di Maspalomas e Playa de l’Ingles), ci sono diverse cosine interessanti da visitare.

Iniziamo subito col dire che per quasi metà della sua superficie Gran Canaria è stata nominata riserva della biosfera dall’Unesco, grazie alla singolare presenza di flora autoctona ed alla sua morfologia.

Vediamo adesso quali i punti da maggiore interesse.

Gran Canaria: il continente in miniatura
Puerto de Mogan
  • Dune di Maspalomas: La più celebre attrazione dell’isola. Immagina un deserto che si affaccia direttamente sul mare. Una distesa di sabbia adiacente alla zona di Playa de l’Ingles, a sud dell’Isola.

    Con i loro 4 km quadrati di estensione, le dune di Maspalomas sono un ottima attrazione cui dedicare almeno una mezza giornata del proprio tempo.
  • Parco Rurale di El Nublo Quest’area di 260 km quadrati, al suo interno ospita 30 caratteristici centri abitati. Ideale per un trekking o per ritrovare il proprio contatto con la natura.
  • Porto de Mogàn: fuori dalla mondanità e frenesia, questa località turistica saprà ricaricare le tue batterie. Una bomboniera in pieno oceano Atlantico dove potrai ammirare.
  • Agaete e il Porto di las Nieves: come Porto di Mogan, ecco un’altra caratteristica località.
Gran Canaria: il continente in un isola
Parco rurale di El Nublo
Gran Canaria: il continente in miniatura
Agaete
  • Vegueta: una città le cui vie e gli edifici riportano alla memoria il susseguirsi di diverse epoche storiche, dal gotico al rinascimentale. I suoi balconi sapranno cogliere la tua attenzione.
  • Grotta dipinta: i resti di un villaggio aborigeno riportati alla luce dopo 24 anni di lavoro.
  • Playa de las Canteras: una servitissima località turistica ideale per chi cerca giornate di mare e servizi all’altezza.
  • Museo Canaro: un’ esposizione di reperti dedicata alla popolazione che abitava queste isole.
Gran Canaria: il continente in un isola
Cattedrale di Arucas

Da non perdere…

Devi sapere che l’evento più importante dell’isola, che richiama turisti da tutto il mondo, è il Carnevale di Gran Canaria.

Questa celebrazione goliardica è annoverata tra i più bei carnevali del pianeta.

Turismo LGBT

Gran Canaria è anche una nota destinazione dedicata al turismo LGBT: strutture apposite ed esclusive per chi cerca i propri spazi, pace e tranquillità.

Vita mondana o relax, Gran Canaria saprà soddisfare qualunque tipo di esigenza.

Scopri le offerte viaggio su www.iviaggidigolia.com

Vuoi costruire la tua vacanza personalizzata? Compila il form e riceverai la nostra consulenza gratuita

Aiutaci a diffondere questo articolo: condividi sui social