fbpx

Passaporto sanitario post Covid

Passaporto sanitario post Covid: che cos’è e come funziona.

Nessuna paura, te lo spieghiamo noi!

Come sicuramente avrai sentito annunciare dai media che da giorni ci bombardano con questa notizia.

E’ arrivato il vaccino contro Covid 19 e il mondo intero ripone in esso la speranza per un ritorno alla normalità.

Sono diverse le case farmaceutiche che si stanno dando battaglia all’ultima ‘percentuale di efficacia’ affinché possano affermarsi ed essere ricordate nei libri di storia come risolutori di questa complicata vicenda: da Pfizer a Moderna, da Astrazeneca a Novavax.

La battaglia è aperta! Chi vincerà?

Vaccino anti-Covid: si o no?

Questa non è l’unica battaglia che si gioca: come era prevedibile, lo scontro è aperto anche sul fronte ‘vaccino si/vaccino no’.

Abbiamo sostenitori ma anche coloro che ritengono (obiettori tra cui anche medici) che il vaccino non sia la soluzione idonea per uscire dall’empasse.

Tuttavia siamo portati a pensare che, se nel corso dei decenni le varie epidemie sono state debellate, il merito sia appunto dei vaccini o della scienza in generale.

Non vogliamo pronunciarci in merito non avendo una preparazione scientifica. Ognuno faccia come crede.

In ogni caso abbiamo sempre pensato che dalla storia ci sia da imparare, quindi a rigor di logica è facile trarre conclusioni…

I governi mondiali convergono ideologicamente nel ritenere i vaccini l’arma definitiva per un ritorno alla normalità favorendo l’immunità di gregge per debellare il virus.

La proposta di un passaporto sanitario post Covid per certificare i viaggiatori ‘sani’

La società è spaccata sull’aderire o meno alla campagna vaccinale.

Nei piani alti, all’interno di ogni singolo stato, sta girando l’ipotesi di creare un passaporto sanitario che attesti l’immunità del passeggero dal Covid 19.

Un lasciapassare digitale, accessibile tramite app da smartphone.

Consentirà ai cittadini di usufruire e accedere alle varie strutture, servizi e questo comprenderà anche i voli aerei e quindi la possibilità di tornare a viaggiare.

In sostanza, il passaporto sanitario sarà una sorta di ‘lasciapassare’ che permetterà l’ingresso all’interno di paesi che richiedono specifici protocolli per l’ingresso.

IATA, l’associazione internazionale per il trasporto aereo, sembra favorevole all’iniziativa, se non altro per il fatto che questo potrebbe essere un ottimo modo per permettere la ripresa del traffico aereo.

Oltre a IATA, diverse compagnie aeree come Lufthansa, Swiss International, United , Cathay, in collaborazione con vari organi di rilievo mondiale, stanno prendendo provvedimenti.

Allo studio l’emissione di un di documento in possesso del viaggiatore, che oltre a riportare i risultati su tamponi o altri controlli, avrà anche i riferimenti delle vaccinazioni.

Aggiungiamo quindi un ulteriore arma per la ripresa del turismo e dei voli internazionali.

Ci auguriamo che passo dopo passo si ritorni alla normalità (se vuoi conoscere come prevediamo si ritorni a viaggiare nel 2021 clicca qui)

www.iviaggidigolia.com

Aiutaci a diffondere questo articolo: condividi sui social