Gli Inglesi tornano a viaggiare

Gli Inglesi tornano a viaggiare: dopo l'allentamento delle misure restrittive, anche il Regno Unito permette ai cittadini di viaggiare. In Italia invece ci saranno restrizioni ai viaggi.

Il ministro dei trasporti ha dato il via libera ai sudditi di sua maestà per i viaggi all’estero e gli inglesi tornano a viaggiare.

Ebbene si, la lista di coloro che allentano le maglie alle restrizioni agli spostamenti dei cittadini si estende e arriva fino al Regno Unito.

Da giovedì 3 dicembre i cittadini britannici potranno nuovamente andare in vacanza: gli Inglesi tornano a viaggiare. Beati loro!

A dare l’annuncio della notizia è il ministro dei trasporti Grant Shapps durante un’intervista rilasciata alla BBC.

Sicuramente per qualcuno sotto all’albero di natale ci saranno biglietti aerei ad attenderlo!

Gli Inglesi tornano a viaggiare

Il ministro nonostante la concessione, raccomanda comunque a coloro che viaggeranno la massima prudenza e il rispetto delle regole vigenti nel paese ospitante.

Per permettere agli inglesi di viggiare e quindi al settore del turismo di iniziare nuovamente a respirare (che non farebbe male neanche a noi), saranno istituiti dei corridoi di viaggio, ovvero delle tratte garantite con voli speciali che possano permettere in sicurezza il transito dei passeggeri.

Coloro che torneranno dai paesi non presenti all’interno degli elenchi che prevedono ‘corridoi’, saranno soggetti a test e successiva quarantena: 14 giorni in caso di tampone positivo, 5 giorni in caso di tampone negativo.

Anche il Regno Unito come la Francia, si prepara a ripartire!

Gli Inglesi tornano a viaggiare

Viaggi: in Italia che succede?

In Italia ‘che succede’ come direbbe un Morgan qualunque colto alla sprovvista?

In Italia, nemmeno a dirlo, siamo alle solite… indecisione e attesa di un nuovo DPCM, mentre tutta la penisola si appresta a diventare zona gialla (pare).

Nonostante il trend positivo che vede i dati sanitari in miglioramento, l’Italia non sembra minimamente voler allentare le restrizioni: timore per gli italiani bricconcelli o incapacità di gestire il normale flusso degli spostamenti, specie sui mezzi pubblici?

Non sta a noi dirlo, possiamo fare solo ipotesi.

Tuttavia pare certo che saranno vietati gli spostamenti tra regioni, almeno dal 19 dicembre al 10 gennaio. Secondo indiscrezioni, pare che saranno ammesse deroghe come il ricongiungimento familiare o rientrare al paese di residenza.

Per chi va all’estero invece sembra che ci sarà l’obbligo di isolamento al rientro in patria.

Rimane il coprifuoco delle 22 e locali pubblici chiusi a Natale e Capodanno. In poche parole: ci fanno uscire per andare a far compere per Natale, i regali o far la spesa nel paesello di fianco al nostro. Fino adesso era vietata.

Insomma, all’estero si viaggia, in Italia no.

Forse perché i viaggi, secondo alcuni sono stati la causa della seconda ondata? Boh, non sono epidemiologo… Forse, o forse qualcuno non è riuscito a gestire, pianificando a dovere, la situazione.

Come già detto su questo nostro articolo Clicca qui per leggere , aspettiamo il vaccino ma soprattutto prepariamoci per la primavera, augurandoci nella prossima ripresa del settore, dato che di aiuti diretti o indiretti, non mi sembra di vederne ombra.

Gli Inglesi tornano a viaggiare
‘Il Decreto’ ti aspetta!

Nel frattempo attendiamo l’ennesima puntata de ‘Il Decreto’, la telenovelas che appassiona milioni di italiani, in onda sui vostri teleschermi, la sera tardi.

Riuscirà il Bell’Antonio, sogno proibito delle casalinghe a farci uscire di casa? Lo scopriremo nella prossima puntata.

Visita il sito delle proposte viaggio: www.iviaggidigolia.com