Francia: fine lockdown ed aumento prenotazioni

Il presidente Francese Macron annuncia la fine del lockdown e la possibilità di viaggiare tra le regioni. La compagnia ferroviaria nazionale registra un +400% di prenotazioni

Tanto è bastato per far si che i francesi, presi da una positiva ventata di ottimismo, si lasciassero andare e ritornassero a prenotare per gli spostamenti nazionali tra regioni in vista delle vacanze natalizie.

Ma c’è di più.

L’annuncio del presidente francese Macron circa la fine del lockdown ha provocato un aumento delle prenotazioni turistiche. Positività d’oltralpe.

Sncf, la società che gestisce il trasporto ferroviario in Francia, aveva previsto questo Tzunami di prenotazioni, arrivando a potenziare la rete informatica per non trovarsi impreparata (proprio come in Italia, che ad ogni click day c’è l’apocalisse cibernetica!).

Numerose prenotazioni, con un incremento del 400%, sono arrivate proprio dal comparto ferroviario; a ruota segue il settore dell’autonoleggio.

Per le compagnie aeree invece ancora un po’ di indecisione dato che non si sono verificate le condizioni per viaggi più lunghi, ma sicuramente sarà solo questione di tempo.

Abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione: come le notizie (sanitarie e positive) siano decisive per una ripresa del nostro settore.

Gianni, l’ottimismo è il profumo della vita!

Basta un annuncio del presidente e i francesi ritornano a guardare con ottimismo alla vita e al mondo dei viaggi. Bravo Emanuelone nostro!

Nel frattempo in Italia, prima di cantar vittoria aspettiamo che la curva epidemica subisca ancora un ribasso, con ospedali e le strutture sanitarie nel pieno controllo della situazione.

Certo, anche noi cittadini dovremo mettercela tutta per non cadere di nuovo in ‘fallo’ e scongiurare una ‘TERZA ONDATA’. Sarà questo ciò che serve per ritornare a guardare di nuovo con ottimismo al futuro.

Ovviamente è sottinteso che i giornalisti del Belpaese dovranno evitare di continuare col terrorrismo mediatico senza scrivere titoli ‘acchiappaclick’, come ci hanno abituato fino ad oggi.

Si sa, molte testate ormai allo stremo delle forze (economiche), pur di vendere (giornali o spazi pubblicitari), sono costrette a produrre titoli eclatanti che inneggiano alla paura.

E’ risaputo che la paura e le cattive notizie fanno sempre tanto clamore: ecco perché durante questo periodo ne siamo stati circondati.

Purtroppo, o per fortuna quello che è fatto è fatto: il vaccino ha fatto la sua comparsa finalmente e questo sarà il preludio per il ritorno ad una vita normale. Bisogna avere solo un po’ di pazienza ancora qualche mese.

Ah, già che ci sono vorrei fare un appello: vaccinatevi che non succede niente. Non date ascolto ai complottisti (gli stessi della terrapiatta).

Ve lo dice uno che da piccolo ha ricevuto l’antitetanica due volte per sbaglio nel giro di pochi giorni e non è successo niente (senza contare a tutte le peggio cose cui sarò venuto a contatto durante l’infanzia).

Finalmente ci siamo! L’abbiamo scampata bella… La fine del tunnel è vicina.

Ndr. In questo blog si parla di viaggi e del piacere che proviamo nel viaggiare: se ti ritrovi a leggere queste righe forse è per via del fatto che anche tu coltivi questa passione. Tuttavia in questo periodo un pensiero va sempre a coloro che durante la pandemia hanno avuto vita dura o peggio, non ce l’hanno fatta.

www.iviaggidigolia.com