Riapertura frontiere giugno 2020

Riapertura frontiere giugno 2020. Finalmente il mese in cui inizia l’estate è arrivato e con esso (si spera) anche il caldo.

Non è questo però il tanto atteso ‘ritorno’ quanto più qualcos’altro di più speciale che attendevamo da qualche mese: la riapertura delle frontiere europee!

Riapertura frontiere giugno 2020: cosa accadrà?

Ecco che finalmente le misure per il contenimento dell’epidemia di Covid-19 si stanno allentando, complice il placarsi dell’epidemia stessa e i vari stati europei si preparano ad accogliere il flusso dei viaggiatori.

Ogni stato risponderà quindi a suo modo con le misure che riterrà più opportune. Per questo motivo è bene aggiornarsi in tempo reale sul sito della Farnesina ‘Viaggiare Sicuri‘.

Tuttavia possiamo comunque darti delle indicazioni generali che siamo sicuri ti potranno tornare utili al momento della pianificazione del tuo viaggio.

Vediamo ora insieme i principali stati europei che interessano maggiormente il flusso dei turisti di casa nostra.

riapertura frontiere giugno

Francia

Ingresso libero senza necessità di autocertificazione o quarantena domiciliare, eccetto per coloro che provengono da Spagna o Gran Bretagna per cui rimane il divieto d’ingresso.

 

Grecia

Da oggi fino a fine giugno la Grecia riapre i propri confini imponendo auto quarantena soltanto a coloro che arrivano da queste regioni: Veneto, Lombardia, Emilia Romagna.

Questi viaggiatori saranno sottoposti a tampone.

In caso di risultato negativo la quarantena sarà di 7 giorni, in caso di risultato positivo la quarantena sarà di 14 giorni.

Per gli altri viaggiatori i tamponi saranno a campione.

A partire dal 1° luglio tamponi a campione ma tuttavia sarà concesso l’ingresso liberamente.

Portogallo

E’ concesso l’ingresso all’interno del paese per scopi turistici a partire dal 15 giugno.

Tuttavia non sarà possibile visitare e soggiornare nelle isole portoghesi come Madeira, Porto Santo o Azzorre.

Spagna e isole 

A partire dal primo luglio ingressi liberi senza nessun obbligo per i turisti.

Germania

Dal 16 giugno sarà possibile entrare in Germania per turismo. Ok, sono i tedeschi che vengono in vacanza da noi con i sandali e calzini bianchi e non noi da loro – nel caso abbiate voluto andare ad Europa Park (il più grande parco divertimenti Europeo) – ci sembrava opportuno dirvelo.

 

Croazia

E’ concesso l’ingresso nel paese a coloro che sono muniti di voucher recante la prenotazione presso una struttura ricettiva.

E’ inoltre necessario registrarsi al seguente portale: https://entercroatia.mup.hr/  prima del vostro arrivo alla frontiera (di fronte a queste necessità, consigliamo sempre di premunirsi almeno qualche settimana prima).

 

Slovenia

La Slovenia già dal 29 maggio ha tolto i propri limiti di ingresso nel paese. Ovviamente sarà necessario dimostrare di avere una prenotazione presso una struttura turistica del paese.

 

Irlanda e Regno Unito

La situazione non è delle migliori e pertanto per scongiurare un ulteriore peggioramento della situazione sanitaria, per chiunque entra in questi paesi sono previste due settimane di autoisolamento.

 

Malta

A partire dal primo luglio sarà nuovamente possibile passare le proprie vacanze sulla piccola isola del Mediterraneo

Riapertura frontiere giugno 2020: gli altri paesi europei come rispondono?

Per quanto riguarda il nord Europa ancora non ci sono proprio le condizioni ideali per passare le proprie vacanze in questi posti.

Paesi come Austria, Danimarca, Finlandia, Svezia, non hanno ancora chiarito del tutto la loro posizione a riguardo.

In ogni caso, il ‘grosso’ delle destinazioni più gettonate dagli italiani durante il periodo estivo ha riaperto (o riaprirà a brevissimo).

Possiamo quindi dire che tutto sommato per coloro che sono malati del ‘morbo del viaggiatore’, le vacanze sono salve!