fbpx

L’errore più comune nell’organizzare un fly & drive

Dillo ai tuoi amici. Condividi ora!

L’errore più comune nell’organizzare un fly & drive: scopriremo insieme dove sbagliano in tanti.

Quando si organizza un fly & drive, lo si fa per il piacere della scoperta di un paese che questo può portare.

Il bello del fly & drive non è soltanto arrivare a destinazione e visitare quella determinata città o quel determinato parco, ma è anche il viaggio in macchina in se per se, mentre si guarda scorrere il paesaggio dal finestrino dell’auto.

Quando organizzi questo genere di vacanza, nel poco tempo a disposizione vorresti visitare quante più cose possibili.

Proprio l’ingordigia di scoperta è l’errore più comune che può commettere un viaggiatore, specialmente “fai da te”.

L’errore più comune nell’organizzare un fly & drive: troppe  destinazioni in pochi giorni

Devo capire se il viaggiatore “fai da te” sia un tirchio a prescindere o qualcuno che ancora non ha capito come si debba organizzare una vacanza.

Perché dico questo?

Certo, allungare il soggiorno vuoi o non vuoi costa caro; ok il risparmio, nemmeno Silvio ama buttare i suoi soldi (eppure li ha), ma un conto è essere parsimoniosi, un altro è pretendere di visitare in poco tempo decine di attrazioni. Quindi è necessario dosare il tempo a disposizione ed indirizzarlo verso i punti nevralgici opportuni.

Quindi, se vuoi visitare il sud ovest degli USA per esempio, devi mettere in conto minimo 20 giorni, altrimenti accontentati di un buon assaggio, che comunque è la soluzione più adottata dai viaggiatori.

Leggi qui se vuoi sapere come organizzare un fly & drive

Cosa fare esattamente: poche destinazioni ma buone

Se si ha a disposizione un numero di giorni limitato, la soluzione da adottare è quella di studiare bene la destinazione, quelli che sono i luoghi di maggiore interesse e dedicare un numero congruo di giorni per località.

Arrivato ad un certo punto dovrai per forza di cose accontentarti tuo malgrado di quello che andrai a vedere e soprattutto quale zona o regione visitare a scapito di un’altra.

Per questo motivo, dato che il tuo lavoro è un altro, affidati a chi questo genere di cose le fa quotidianamente e sà quali punti visitare per poi tornare a casa ricco di un’esperienza.

Molti purtroppo sono convinti di partire per un fly&drive, invece partono per un tour de force che il giro d’Italia a confronto è una passeggiata di salute e inevitabilmente se ne ritornano a casa più stanchi di quando sono partiti.

In fondo, vai in vacanza e in vacanza si va per visitare e vedere cose nuove, ma soprattutto per rilassarsi.

Ok che sei un viaggiatore “fai da te”, ma ogni tanto lascia da parte il tuo ego e lascia lavorare chi lo sa fare.

 

Stai cercando la vacanza adatta a te e l’agenzia viaggi online che possa offrirti la giusta proposta?

Guarda le nostre proposte: www.iviaggidigolia.com

Se pensi di aver bisogno di aiuto, compila il form e riceverai la nostra consulenza gratuita