fbpx

Mauritius è il Paradiso Terrestre? Ecco perché visitarla

Dillo ai tuoi amici. Condividi ora!

Mauritius, quando un angolo di paradiso scende in terra e diventa alla portata del turista.

Natura lussureggiante e rigogliosa, spiagge bianche come borotalco, alture ma anche fondali da esplorare, onde da solcare a bordo di una tavola o di una barca. In una parola: Mauritius.

“Si ha l’impressione che sia stata creata prima Mauritius e poi il paradiso, e che il paradiso sia stato copiato da Mauritius”. Mark Twain nel suo diario di viaggio.

Vuoi visitare Mauritius? Scopri tutte le offerte sul nostro portale:

CLICCA QUI!

mauritius

Prima cosa importante: non si dice “le Maurizius”, ma “Mauritius” (pronunciato “Mauriscius”) come molti dicono, in quanto non sono tante isole ma una isola soltanto, che fa parte dell’arcipelago delle Mascarene insieme alle isole di Reunion, Saint Brandon e Rodrigues e le isole Agalega.

Questa isola tropicale si trova nel bel mezzo dell’Oceano Indiano, a 550 km a est del Madagascar, quasi all’altezza del Tropico del Capricorno. Lunga 58 km da nord a sud e larga 47 km da est a ovest.

La Capitale è Port Louis (a nord ovest dell’isola, 145.000 abitanti), per visitarla occorre il passaporto in corso di validità (mentre i minori devono avere il proprio) e il biglietto di ritorno.

mauritius

Fuso orario, +2 ore quando da noi vige l’ora legale,+3 ore quando da noi vige l’ora solare.

Non è necessaria nessuna vaccinazione e non sono presenti malattie endemiche. Ottimo il livello sanitario.

L’aeroporto internazionale si trova a Plaisance, a Sud dell’isola.

L’isola è ben collegata da un’efficiente linea di bus, ma non è escluso muoversi anche con auto a noleggio, scooter o taxi (attenzione, si guida a destra!).

Morfologia

Al centro dell’isola è presente un altopiano centrale il cui punto più alto si trova a sudovest, il Piton de la Petite Rivière Noire, 828 m s.l.m. Verso nord, l’altopiano digrada dolcemente; verso sud, invece, la discesa verso la costa è ripida. A Mauritius sono presenti tracce di una passata attività vulcanica come il cratere Curepipe, e il lago vulcanico, il Grand Bassin.

mauritius

Clima

Fondamentalmente abbiamo due stagioni: estate e inverno. In estate, da novembre ad aprile abbiamo una temperatura media di circa 30°, caratterizzata dalla stagione umida e quindi più frequenza di acquazzoni e piogge. Febbraio è il mese più caldo ideale per immersioni e pesca d’altura. Il sole tramonta alle ore 19.00. L’inverno va da maggio ad agosto con minime che si aggirano intorno ai 18/20° e massime che stanno sui 27/28°. Il clima è principalmente secco e povero di piogge. La costa est, in questo periodo è colpita dagli alisei, il che rende l’isola adatta a sport come kite o windsurf. All’interno, rispetto alla costa, la temperatura è più o meno 5° inferiore.

Storia

La storia di Mauritius e dei suoi insediamenti è piuttosto recente. Conosciuta dagli arabi a partire dal X secolo con il nome di Dina Arobi, nei primi del ‘500 fu scoperta dai Portoghesi i quali però non la scelsero come loro avamposto come invece fecero gli Olandesi alla fine del ‘500, rinominandola “Mauritius” in onore del governatore Maurice, conte di Massau, i quali la sfruttarono come punto strategico commerciale importando tabacco e canna da zucchero, e deportando schiavi africani per lavorare nelle piantagioni. Questo periodo coincide anche con l’estinzione del famoso Dodo. L’isola passò nel 1710 sotto il dominio francese, che portò un considerevole progresso sull’isola grazie alla costruzione di strade, il primo zuccherificio e il primo ospedale. Nel 1810, l’isola venne conquistata dagli inglesi che la colonizzarono e lasciarono la loro impronta, abolendo la schiavitù e favorendo l’ingresso di braccianti indiani e cinesi. Dopo aver ottenuto l’indipendenza ed essere entrata nel Commonwealth, nel 1992, Mauritius è diventata una Repubblica.

L’isola multirazziale

La storia di Mauritius, ha perciò contribuito a caratterizzarla dal punto di vista multirazziale: difatti oggi troviamo una grande maggioranza di indiani, seguiti dai creoli e per finire piccoli gruppo etnici di cinesi ed europei. Di conseguenza questa divisione si riflette anche sulle fedi religiose, dando vita alla presenza di induisti, cristiani, musulmani e buddisti. Va da se quindi che anche le tradizioni culinarie dell’isola siano legate anche alla storia dei popoli che la abitano: cucina creola dai sapori forti e speziati, cucina francese, cucina cinese e tutto quello che l’oceano può offrire.

I Siti Unesco

Penisola di Le Morne: penisola a sud-est dell’isola, famosa nell’ immaginario collettivo quando si pensa a Mauritius ed offre uno dei più suggestivi panorami in questo favoloso luogo (quando penso al Paradiso Terrestre, mi viene in mente Le Morne), in cui potrete trovare scorci naturali che difficilmente scorderete.

Aapravasi Ghat: Il deposito dell’immigrazione di Mauritius (Hindi: Aapravasi Ghat) è un cadente complesso di edifici presenti a Port Louis che contiene qualche resto dei primi edifici dell’isola atti a ricevere lavoratori provenienti dall’India dopo l’abolizione della schiavitù.

Vuoi visitare Mauritius? Scopri tutte le offerte sul nostro portale:

CLICCA QUI!

Le spiagge più belle

A Nord: da questa zona potrete partire per viaggi in barca verso le isole limitrofe. Qui troverete anche i maggiori poli turistici dell’isola (Grand Baie) che per primi hanno trovato il loro sviluppo.

(Leggi anche il nostro articolo Le principali spiagge di Mauritius: il Nord)

  • Grand Baie
  • Péreybère
  • Cap Malheureux

mauritius

A sud: sono presenti poche spiagge praticabili in quanto la costa risulta essere costituita da scogliera e spiagge rocciose. Inoltre in quelle citate, in quanto più battute dai venti, sarà possibile praticare surf o kitesurf.

(Leggi anche il nostro articolo Le principali spiagge di Mauritius: il Sud)

  • Le Morne
  • Belle Ombre
  • Blue Bay

mauritius

A ovest: spiagge protette dai venti, potrete trovare lagune ideali per le immersioni, il nuoto, lo sci nautico, la vela e lo snorkeling, ma anche per praticare kayak o fare un giro in pedalò grazie alle acque molto tranquille.

  • Troux aux Biches
  • Flic an Flac
  • Wolmar
  • Baye du Tamarin

mauritius

A est: spiagge  che si alternano a lagune color smeraldo, è senza dubbio una delle più belle dell’isola. più esclusiva rispetto alla costa ovest, questo lato di Mauritius è costantemente esposto agli alisei sud-orientali. La spiaggia di Belle Mare, lunga diversi chilometri, è l’attrazione principale.

  • Roches Noires
  • Belle Mare
  • Trou d’Eau Douce
  • Ile au Cerfs

mauritius

Come arrivare

Volo diretto da Milano (la domenica soltanto), oppure partendo dai maggiori aeroporti italiani facendo scalo sulle capitali servite dalle compagnie aeree che battono questa rotta (Air France, British Airways, Turkish Airlines, Emirates).

Cosa fare a Mauritius?

(Leggi anche Escursioni a Mauritius)

Numerose sono le attività che sarà possibile praticare sull’isola e tra queste ricordiamo:

  • Il golf: con 12 campi da golf (8 da 18 e 4 da 9), l’isola è considerata l’isola dei golfisti
  • Diving: diversi siti e centri diving sparsi sull’isola consentono immersioni per ammirare gli incantevoli fondali popolati dalla flora acquatica autoctona e arricchiti dalle preziose barriere coralline
  • Kite Surf, wind Surf e Barca a Vela: specialmente nel sud dell’isola
  • Escursioni di tipo naturalistico: nell’entroterra dell’isola avrete l’occasione di venire a contatti con i migliori scenari di Mauritius (Chamarel, Black River Georges National Park, la Via del Tè, Lago sacro di Grand Bassin)
  • Shopping e divertimenti: la zona di Grand Baie a nord, offre tutte le opportunità di svago per chiunque voglia dedicarsi alla vita mondana
  • Visite culturali: il mercato di Port Louis e visite alle tracce lasciate dai colonizzatori di quest’isola.
  • Trattamenti benessere: il piacere di scoprire un’altro lato della cultura di questo popolo

mauritius

mauritius

mauritius

 

Tutto questo è Mauritius, un’isola dove non sarà soltanto possibile staccare dal pesante tran-tran quotidiano e immergersi nella natura, ma soprattutto un luogo dove si potranno conciliare tra loro diverse esigenze per scoprire questa perla culturale immersa nell’Oceano Indiano.

 

Scopri tutte le offerte Mauritius sul nostro sito-viaggi: clicca al link qui sotto!

www.iviaggidigolia.com

oppure

Hai le idee chiare e cerchi un viaggio personalizzato?

Lascia i tuoi dati e sarai ricontattato!

 

[contact-form-7 id=”948″ title=”Chiedi la nostra consulenza per la tua destinazione. Lascia i tuoi dati e sarai ricontattato!”]